Relazione Tecnica-Sportiva

La specialità di tiro e quella di Campagna, disciplina nella quale gli Arcieri appartenenti alle divisioni: OLIMPICA, ARCO NUDO, LONGBOW, ISTINTIVO e COMPOUND si cimenteranno lungo percorsi distinti che prevedono il posizionamento delle visuali di tiro a distanze conosciute (FIELD) e sconosciute (HUNTER).

Il percorso Hunter, presenta una maggiore difficoltà per l’arciere che spostandosi da una piazzola di tiro all’altra dovrà stimare la distanza alla quale si trova il bersaglio, senza l’ausilio di alcuno strumento di misurazione ma solo grazie alle proprie capacità ed esperienza.

Ad aumentare il livello di difficolta contribuiscono elementi morfologici-ambientali, quali inclinazione del terreno, zone con luminosità contrastante oltre agenti atmosferici imprevedibili.

Il tutto immerso nel parco dell’Aspromonte, del quale si vuole mettere in evidenza la bellezza naturalistica, paesaggistica e la morfologia del territorio.

Gli arcieri saranno divisi per specialità in:

Arco Ricurvo o Arco Olimpico

Un arco con le punte dei flettenti curvate in avanti. È un attrezzo sportivo generalmente composta da Riser, Flettenti, Corda, Stabilizzatore, Mirino, Rest, Bottone e Clicker.

Arco Nudo

L’arco che esclude l’ausilio del mirino e di altri accessori come gli stabilizzatori.

Arco Compound

Un arco che impiega un sistema di cavi attaccati a pulegge eccentriche, montate sulle estremità dei flettenti che, in posizione di ancoraggio, riducono il libraggio rispetto al picco massimo che si raggiunge a metà circa della trazione.

Il territorio sarà interessato dall’istallazione di n° 5 campi, ognuno composto da 24 piazzole di tiro che saranno posizionate ad una distanza variabile da 5 a 60 metri e con 4 diverse visuali (Bersagli). Gli arcieri scoccheranno 3 frecce per ogni piazzola con un punteggio che va dal 1 al 6.

Detti campi saranno installati in sicurezza e nell’assoluto rispetto del territorio, l’arciere durante le varie fasi di gara, avrà la possibilità di godere di un paesaggio unico. Anche il pubblico attraverso specifici percorsi potrà osservare gli arcieri intenti alla fase di tiro.

I cinque campi saranno destinati:

Uno per i tiri di prova e riscaldamento;

Tre per le fasi di qualificazione;

Uno per le finali individuali ed a squadra.

L’impegno economico per un evento del genere sarà importante e non da meno il contributo in materiale umano, sotto il profilo organizzativo, logistico e di forza lavoro.

La manifestazione vedrà coinvolti più 400 atleti tra i quali militano: Campioni Italiani, Europei e Campioni del Mondo, provenienti da tutte le regioni d’Italia con al seguito Tecnici, Allenatori ed accompagnatori.

Comprenderete bene la ricaduta Turistica, economica e mediatica che un evento di tale rilevanza avrà per l’intera Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Facebook
Condividi